Nelle situazioni di emergenza, come quella che si ta verificando ora, è molto importante prenderci cura di noi stessi per poter reagire in modo positivo alla situazione.

In questi momenti la paura e l’irrazionale prendono il sopravvento, soprattutto ci troviamo di fronte alla sensazione di impotenza: ci sembra infatti di essere esposti ad un pericolo che è difficile da combattere, perchè è piccolo, invisibile ed insidioso..

E necessario invece reagire, prendere in mano la situazione e sentirci nuovamente responsabili del nostro benessere.  Tutti possiamo fare qualcosa, fare delle azioni rivolte alla cura di noi stessi, per vivere al meglio questa nuova condizione, adattarci in modo positivo ai cambiamenti è il segreto per poterci risollevare da questa crisi ed uscire con molte consapevolezze in piu.

Gli aspetti sui quali è utile soffermarci sono tre:

  • Prevenzione
  • Gestione degli aspetti emotivi
  • Rafforzamento del sistema immunitario.

Prevenire il contagio

Dal punto di vista pratico è molto importante attenersi alle regole e alle indicazioni fornite dalle autorità, al fine di minimizzare al massimo le occasioni di contagio.

Ad oggi limitare le uscite e i contatti con gli altri, e una attenta pulizia ed igienizzazione delle mani e degli oggetti che ci circondano sembrano essere le uniche armi in grado di evitare di essere contagiati, e di contagiare gli altri. Se tutti ci atteniamo scrupolosamente a quanto raccomandato, la diffusione del virus subirà un rallentamento, daremo la possibilità a coloro che già sono stati contagiati di essere curati nelle strutture sanitarie, ormai sature di richieste, e faciliteremo cosi il normalizzarsi della situazione.

Rinforzare il sistema immunitario

Il nostro sistema immunitario rappresenta l’arma attraverso la quale ci possiamo difendere dal virus. È importante dunque cercare di mantenere il piu possibile uno stile di vita sano: mangiare molta frutta e verdura, bere molta acqua, evitare o limitare al massimo l’abitudine al fumo, dedicare alcuni momenti della giornata all’ attività sportiva, magari seguendo qualche tutorial su youtube, o sessione di allenamento online. La stanchezza che ne deriva aiuterà anche ad avere un buon sonno, che può essere coadiuvato anche dall’assunzione di tisane rilassanti.

Gestire gli aspetti emotivi

Ognuno di noi in questa situazione si trova a dover fronteggiare molti aspetti emotivi, primo fra tutti la paura. La paura è un’emozione assolutamente naturale, fisiologica, è la risposta sana, adattiva che il nostro organismo attiva per far fronte al pericolo, attraverso l’attacco  o la fuga da ciò che ci minaccia. E’ una condizione di stress positivo, chiamato eustress, indispensabile per reagire.

Per evitare che essa prenda il sopravvento, e si trasformi in ansia o panico, tutte reazioni negative al nostro benessere, possiamo attuare alcune misure che ci aiuteranno a mantenere una situazione di maggiore sicurezza e tranquillità:

  • Limitare l’esposizione ai notiziari a 2 volte nel corso della giornata e comunque mai ascoltarli prima di andare a dormire
  • Curare il nostro dialogo interno, i nostri pensieri: quando ci accorgiamo che diventano catastrofici è opportuno distrarsi con un’attività cognitiva, come leggere, guardare un film divertente o ascoltare della buona musica per innescare emozioni positive e riorientare i pensieri verso l’ottimismo.
  • Non interrompere, per quanto possibile, la tua routine, oppure crearne una nuova: svegliati ad un’ora precisa e programmati la giornata: le abitudini rassicurano e servono a contenere gli stati ansiosi.
  • Inserire nella  giornata qualche momento dedicato ad attività che aiutano a rilassarsi, come esercizi di respirazione e rilassamento, sessioni di minfullness e meditazioni guidate. E’ ormai scientificamente provato che la meditazione e il rilassamento influiscono in modo benefico sul sistema immunitario, rinforzandolo e aiutandolo a riconoscere e quindi ad allontanare, ogni agente “estraneo”all’organismo, come ad es il virus.
  • Parlare con gli amici, perchè avere restrizioni al movimento non significa annullare la socializzazione, che può avvenire attraverso canali digitali, e se possibile insegnarli agli anziani, che sono quelli che maggiormente vivono l’isolamento.
  • E infine staccare la spina, parlare d’altro, dare sfogo alla creatività per esplorare dentro di noi o attraverso il web, qualcosa di nuovo che ci potrà arricchire..

Sicuramente insieme riusciremo a superare questo momento, e ci scopriremo più forti e migliori di prima.

Vuoi parlarne con me? Possiamo sentirci anche via Skype.

Contattami